venerdì 25 gennaio 2008

Topi e smog


I topi si ammalano di smog. Ma non di smog qualsiasi! Vi pare che un ratto che vive in discarica e mangia rifiuti possa ammalarsi di smog qualsiasi? Infatti una ricerca condotta dall'università di Los Angeles ha dimostrato che i topi sottoposti a polveri ultrafini (ovvero più piccole di quelle che noi monitoriamo per lo stop alle auto) sviluppano il 55% di placche arteriose in più rispetto a topi che respirano aria pura contro il 25% di quelli sottoposti a particolato fine. Il tutto in tempi rapidissimi di appena 5 settimane. Queste polveri ultrafini son create da combustioni ad altissima temperatura e quindi sono causate da autoveicoli e quegli impianti attualmente definiti come puliti (perché rispettano gli attuali termini di legge) come i termoinceneritori (il primo che si azzarda a chiamarli termovalorizzatori gli tiro dietro la Treccani).
Mi permetto una facile considerazione personale: se i suddetti topi (tipicamente indistruttibili) si ammalano così facilmente e in così breve tempo, noi siamo destinati all'autodistruzione?...
Ps: per chi non lo sapesse ancora, le placche arteriose portano all'infarto.

Nessun commento: