venerdì 2 maggio 2008

Aprile dolce dormire...

Non è stato certo un mese "sonnecchioso" questo aprile. Anzi, forse è per questo che ora sono un poco sfatto e avrei voglia di recuperare un po' di ore.
Ecco quindi un breve riassunto di ciò che mi è accaduto.
Le prime due settimane di questo mese sono trascorse nella preparazione di quel bellissimo esame di ci vi ho già accennato: la soddisfazione c'è stata, ma i miei ritm biologici non si sono ancora ripresi e così, alle due di notte non ho sonno, salvo poi trascinarmi come uno zombie per tutta la mattina successiva.
Dato l'esame mi sono concentrato sulla "ristrutturazione" dello studio di casa. In realtà è una stanza decisamente piccola (che una volta era la mia camera) che necessitava di una rinfrescata sostanziale. Gli interventi compiuti sono stati diversi e vanno dalla pittura delle pareti alla sostituzione del linolium con un più modero pavimento in laminato, dalla sostituzione di alcuni mobili al pseudo-restauro di altri, dal litigio col babbo alle strategie per imporre le mie scelte sullo svolgimento dei lavori. ;-)
Devo dire che il risultato finale è davvero apprezzabile anche se i muri storti mi hanno dato un po' di filo da torcere! I tempi di realizzazione dell'intervento si sono un po' allungati rispetto al previsto, ma togliendo il linoleum è venuto via anche parte del massetto che abbiamo dovuto rifare.
Questo mese ci sono stati anche un po' di compleanni: Serena, Chiappa, Alessia, Giorgia e altri, alcuni sono stati festeggiati a dovere, altri un po' meno (troveremo il modo di rimediare).
Poi...
Il 25 aprile è stata una bella giornata: con alcuni amici siamo andati sulle rive del Brenta prima che questo diventi marrone per via degli scarichi delle industrie. L'acqua era pulita, l'argine ben tenuto e la gente poca: avevamo un sacco di spazio per fare quel che volevamo. La prossima volta ci portiamo anche il barbecue!

Con ieri si è aperto un altro mese che prevedo sarà ancora pieno di sorprese e attività. Spero di riprendere a pubblicare sul blog con una buona frequenza, anche se dovrò separarmi dal mio portatile: come mi ero ripromesso, a esame dato, devo staccarmene per portare a riparare il monitor sul quale appaiono sempre più pixel bruciati. Sigh...
Mi dispiace non avere tante foto da postare delle "millemila" cose fatte, dovrete accontentarvi di pochi scatti fatti col cellulare.

*1 e 2 il modellino della sala espositiva; 3, 4, 5 varie fasi della sistemazione della stanza; 6 uno scorcio dell'argine del Brenta.




Nessun commento: