domenica 21 settembre 2008

"Lezioni" di musica

"Lezioni" virgolettato perché non ho certo la pretesa di insegnare niente a nessuno, soprattutto perchè non sono certo una persona "imparata" in campo musicale...
Ciò nonostante voglio condividere una cosa che ho imparato oggi pomeriggio mentre ripassavo "fisica matematica" (lo so, non centra niente...). Lo sapevate che c'è differenza fra il falsetto e il falsettone? No? Se è per questo io ignoravo anche l'esistenza del falsettone. La differenza, + che spiegarvela, forse è meglio farvela sentire:
Dunque per il falsetto prendiamo come esempio i cugini di campagna (potete trovare un qualsiasi video su YouTube o dove più vi aggrada). Tono piatto, voce sottile sottile, sempre uguale. Un po' come le vecchiette in chiesa (quelle più minute, con l'animo da suoretta, che le vecchie e basta hanno un timbro normalmente più androgino ;-)  ).
Per il falsettone beccatevi "Phil Bailey" (ascoltatelo fino alla fine, ne vale la pena)



Capito la differenza? La voce vibra, il suono è pieno l'emissione prende una varietà di colori impressionante. E' viva, è emozionante!

Nessun commento: