giovedì 18 giugno 2009

Ci sono le api


Poco fa ho fatto un giro giù in cortile e preso dal caldo mi sono spaparanzato sull'erba. A dir la verità di erba non è che ce ne sia molta in giardino, per evitare di sprecare acqua per niente si è scelta una politica di innaffiamento del prato ridotto all'osso... Ma comunque, mentre ero lì disteso sui resti di un verde tappeto erboso che guardavo il cielo coccolandomi il cane di mia zia, mi accorgo di strani movimenti in mezzo ai rami del giuggiolo che ho piantato un paio di anni fa. Il primo pensiero è "Vespe", non è strano infatti assistere a invasioni quasi cicliche vicino a casa. Di solito gli anni scorsi creavano delle grosse nuvole in prossimità di un palo della luce rivestito da una lussureggiante edera. Poi, guardando con un po' più di attenzione, mi accorgo che sono insetti più piccoli delle vespe. Mi alzo e mi accorgo che sono api. Che bello! Erano anni che non vedevo api dalle mie parti! Sono riuscite a strapparmi un mezzo sorriso! Forse l'ambiente sta un po' migliorando! Intanto ringraziamo il ministro Saia che ha ben pensato di mettere al bando i nicotinoidi: sostanze usate nella concia del mais che negli anni scorsi avevano decimato la popolazione "apesca".

Nessun commento: