giovedì 4 giugno 2009

Dichiarazione di voto


Mai come questa volta non ho un nome. A sentire gli spot, la differenza tra i candidati è nulla e allora non rimane che fidarsi delle informazioni che si riesce a raccogliere in internet o da persone fidate. La scelata è duplice perchè ci sono sia le europee che le amministrative che richiedono un voto. Per le eropee ciò che so è che non voglio mandare a Bruxelles gente indegna, quindi diventa evidente come non si possa dare il proprio voto a chi ha per capolista uno che si fa le leggi per se. Poi non sarebbe mia intenzione mandare gente ignorante e quiin discorso si complica perché distinguere è davvero difficile. Diciamo che per esperienza personale escluderei quindi Lega Nord (forse adatta quando si tratta dell'organizzazione di piccoli comuni, ma non di più). Perentoria è l'esclusione di chi cerca di far ogni giorno revisionismo storico, quindi niente destra estrema e già che ci siamo togliamo gli estremisti in generale destra o sinistra che sia.
Per le amministrative il discorso è più facile perché negli ultimi dieci anni c'è stato un alternarsi di destra e sinistra prima con Giustina Ministrello Destro e poi con Flavio Zanonato. Della prima ricordo l'avversione per l'ordinaria manutenzione e la predilezione per l'apertura di centri commerciali. Ricordo inoltre la promessa di mettere di tasca propria i soldi per un campo da calcetto per un centro parrocchiale ovviamente non mantenuta. Di Zanonato invece possiamo vedere tutti i risultati e, benché molto lavoro ci sia ancora da fare, sicuramente4 la città ha dimostrato maggiore dinamismo e capacità di sentirsi città europea. Ora i candidati principali sono ancora una volta Zanonato per il Pd e Marco Marin per il Pdl. I meriti di quest'ultimo sembrerebbero essere principalmente quelli di aver vinto una medaglia di scherma alle olimpiadi. Scherzi a parte, come si può ritenere un candidato valido uno che non sa quanto costi un biglietto dell'autobus e che durante la giunta Destro lasciò un buco di tre milioni di euro (cifra non verificata personalmente) nell'assessorato delle politiche sociali? Niente da fare, direi che qui non ci possono essere dubbi!

Nessun commento: