sabato 23 ottobre 2010

Considerazioni serali: buon Natale!

Passando per la strada che collega Venezia a Padova, nel tratto finale della riviera del Brenta, questa sera ho potuto notare come nel giro di 2 chilometri si presentino in ordine:
centro commerciale Matrix con dentro alcuni piccoli negozi e un enorme Interspar,
supermercato Lando, ma visto che le misure paiono contare molto, voci affermano che presto diventerà Iperlando,
centro commerciale in costruzione a ridosso del  fu Mazzorato (store di abbigliamento) all'interno del quale ci sarà Ipercoop,
supermercato Famila.

Se continuiamo la strada verso Padova, poco dopo troveremo Ikea, centro commerciale Padova Est (con annessi Comet, Lovat, Pittarello solo per citare i più importanti), un altro centro commerciale a ridosso del primo (sull'altro lato della strada) in costruzione e di dimensioni analoghe all'Ikea, ancora qualche chilometro e potremo completare il quadro con il centro commerciale Giotto con annesso Auchan, Mediaworld e Brico center.
Personalemente faccio fatica a capire se è più pazzo quell'imprenditore che decide di investire in un'attività commerciale in questa zona già densamente presenziata dal commercio o quell'amministratore che -spero- incoscientemente sta creando pezzo dopo pezzo le basi per l'ingorgo automobilistico più grande al mondo. Non si può nemmeno dire che così il cliente può sfruttare la concorrenza di tante catene così vicine, visto che ad oggi i prezzi sono praticamente allineati.
La seconda considerazione è questa: stasera 22 ottobre, sulla facciata di uno di questi supermercati erano già state accese le luci di Natale con tanti di scritta "Auguri". Ripeto: 22 ottobre. Ora, il primo che mi offre una fetta di panettone prima del 25 dicembre, lo mando a stendere! E per ripicca non comprerò nessun regalo di Natale (ammesso che arrivi ad avere i soldi per poterli comprare) in nessuno di questi centri commerciali.

Nessun commento: